Tutti i pneumatici destinati agli autoveicoli, ai ciclomotori, ai motocicli, ai veicoli commerciali e pesanti, caravan, etc per poter circolare devono
essere omologati.

L’omologazione è attestata nella marcatura, su almeno uno dei fianchi, di una lettera “E” maiuscola in un cerchio o “e” minuscola in un rettangolo seguita da un numero identificativo del Paese che rilascia l’omologazione:

Tale marcatura, sempre in rilievo, deve obbligatoriamente essere seguita da un numero generalmente composto da sei cifre.

 

Come distinguere un pneumatico omologato?

Solo a titolo di esempio il numero 3 identifica che il pneumatico è stato omologato in Italia, a prescindere dal suo luogo di produzione.
La mancanza del riferimento del Paese o del codice a sei cifre che segue al di fuori del cerchio o rettangolo sta a significare che il pneumatico
non possiede l’omologazione europea. L’omologazione rilasciata da uno dei Paesi vale automaticamente in tutti gli altri (reciprocità).

 

Tabella codici omologazione

 

N.B. Per i soli pneumatici moto tale numerazione è preceduta da una R seguita dal numero 75, a significare la rispondenza al regolamento 75 specifico delle moto.

Fonte: Pneumaticisottocontrollo.it